sabato 17 ottobre 2009

10 cose che non sapete di me.

Eta mi ha invitato a fare questo gioco, disegnare dieci cose che probabilmente la gente non sa di me.
Allargo l'invito a tutti quelli che abbiano voglia di confrontarsi con questa specie di catena che gira per i blog di appassionati di disegno.
Buon lavoro!














12 commenti:

Tiziano ha detto...

Eh Bugo e la pasta al burro mi recuerdano i miei pomeriggi di un lustro fa

Andrea Settimo ha detto...

Grande! un altro a conoscenza di un essere chiamato Bugo! ;)

Maraptica ha detto...

Uhm... al mio occhio succede la stessa cosa. Stiamo morendo?

NonnaCesira ha detto...

quella dello skate STRANAMENTE già la sapevo...

Gripa ha detto...

Birra + Fanta + Cola?
Le strade dei cocktails sono infinite.

Salute Andrea!

Andrea Settimo ha detto...

marapatica: probabile...casomai quando muoio ti avviso!

Gripa: Cheers!

Nonna: ecco cos'era sta puzza di vecchia! (scherzo Lorè!).
Penso tu ne sappia molte di più tra quelle citate! ;)
Guarda che tu sto gioco sei obbligata a farlo!

Eta ha detto...

GRANDE!
Ti sei sbattuto davvvero una cifra!
Anzi, noto che anche tu, come me, hai preso il giochino fin troppo sul serio, hehehe!
L'attesa (da luglio?) è ufficialmente valsa la pena, Mr. 7°.
No, davvero, è una mia impressione o hai maturato delle nuove strade? :)
Comunque sia, figo, soprattutto le idee grafiche e la composizione.
Oh. A Bologna però lo dovrai trovare qualcuno con cui suonare: ohibò, Bugo spacca e i suoi fanz ce li ha eccome - per esempio... ;)

Yeah.
Più tardi ti dedico il rituale post del giochino... :)

marcocorona ha detto...

ahahahah! lo skate!

Andrea Settimo ha detto...

Eta: ok ;) Thanks!

Marco: e la parte più divertente è stato, quando arrivato in ospedale per farmi mettere i punti è spuntata fuori una vecchia pazza che bestemmiava contro gli infermieri, rifiutandosi di andare a casa senza averla prima imbacuccata di farmaci!

Spugna ha detto...

molto molto bellino...

Andrea Settimo ha detto...

grazie grazie!

Emma ha detto...

La numero uno ci accomuna... quando non sono a lavorare (per la gloria, non certo per i soldi che non ricevo).